domingo, 12 de octubre de 2008

Itariani brava gente

Sofia, 11 ottobre 2008. Un centinaio di virtuosi cantori scelti dal Ministero degli Interni per rappresentare degnamente il nostro Paese al Reteo-Festival internazionale della canzone totalitaria "Když bylo mu" ("Quando c'era Lui!") si è trovato coinvolto in uno spiacevole incidente a causa di una incomprensione linguistica. Giungendo a Sofia, la popolazione locale di lingua inferiore, non ha inteso le richieste degli itariani e, data la casuale compresenza della nazionale di calcio, li ha inviati allo stadio.
Pur trovandosi nel posto sbagliato, per zelo artistico-professionale, hanno deciso comunque di esibirsi nei loro pezzi migliori (il pezzo a capella "Duce" e le mazurche "Faccetta nera" e "I Batussi"), non sapendo che il paese comunista non gode della libertà di
canto in luoghi pubblici non adibiti e con stupore si sono visti attaccati dai manovali del KGB.
L'opinione pubblica, indignata, chiede chiarimenti.

9 comentarios:

MarKino dijo...

Trattasi infatti delle solite provocazioni rancorose di matrice comunista.
Gli italiani, infatti, è noto, si fanno ben volere ovunque, data la loro innata simpatia, siano essi cantanti, attori o militari invasori.
Non è dunque possibile che in alcun modo siano essi stessi stati la causa del summenzionato incidente.

cyrano dijo...

Italiani suonatori di Mandolino suonati col Manganello!!
Beh col glorioso passato che ha ogni paese totalitario è molto facile incappare in, come dire, icomprensioni...
Il Resto è Silenzio...

Pino Amoruso dijo...

Ciao 250mila firme in un solo giorno!!!

Buon inizio settimana ;)

clauds dijo...

mamma, non sapevo nulla di tutto questo... (vabbe', io vivo su un altro pianeta: non sapevo neanche che ci fossero le qualificazioni per i mondiali...)
ma che fastidio le reazioni di larussa e maroni... e poi, se loro sono i primi a sdoganare il fascismo e tanti calciatori dichiarano apertamente di essere fasci, che ci aspettiamo dagli ultra'?
bel pezzo comunque Bra.
(io passo tutti i giorni, ma raramente commento...)
hasta pronto

clauds

Daniele Verzetti il Rockpoeta dijo...

Sicuramente erano infiltrati del KGB e non veri italiani. E l'hanno fatto per screditare questo Paese libero, antirazzista e per niente xenofobo oh!

Sic.......

Luca Viscje Brasil dijo...

Io non c'ho capito un cazzo!
Mi perdoni Bra?

Ciao, a presto!
Luca

Bra dijo...

Luca: Tranquillo, ormai nessuno riesci più a raccapezzarsi...

Silvia dijo...

Gli ultrà? Come meravigiarsi...Quando penso a loro mi viene in mente una mandria di mufloni incazzati senza cervello!

Buon pomeriggio Bra...

Anónimo dijo...

es muy gustoso sentir los virgulto cantos di amigos fasistas.
es muy importante que la lictoriedad y la supremacia itariana aribas in todo el mundo!
Olè a los Duce!